Navigazione veloce

Al Pocognoni:“Lac morbide di ricetta: dalla topografia al follow up”

Lunedì 13 maggio presso l’Auditorium del nostro istituto si è svolto un corso di aggiornamento professionale in contattologia . Sono intervenuti Tommaso Panzieri e Remo Palma.

Print Friendly

Lunedì 13 maggio presso l’Auditorium del nostro istituto si è svolto un corso di aggiornamento professionale in contattologia riguardante “Lac morbide di ricetta: dalla topografia al follow up”. La scelta di tale tema, in certi sensi anacronistico dato il sempre crescente sviluppo delle così dette lenti a contatto (lac) disposable, è stata dettata dalla consapevolezza degli insegnanti di indirizzo dei limiti delle lenti a contatto da banco, nella convinzione che non è l’occhio che dovrebbe adattarsi alle lac, bensì le lac che dovrebbero adattarsi all’occhio. Proprio questa è la mission dell’azienda che ha collaborato con il nostro istituto in questo corso di aggiornamento: la Mark’ennovy, un’impresa anglo-spagnola che produce lac completamente personalizzate, ovvero “un abito su misura” per i nostri occhi. Sono intervenuti in qualità di relatori due noti esponenti del settore: Tommaso Panzieri, Professional Affairs Manager Mark’ennovy e Remo Palma, ottico optometrista. L’affluenza di ottici esterni e la presenza di tutti gli alunni del quinquennio del nostro indirizzo e di due classi della scuola di ottica “Benelli” di Pesaro, hanno dimostrato che si tratta di un tema di interesse, anche se oggi troppo spesso sottovalutato. La mattinata si è articolata in due diverse parti: la prima teorica, ma ricca di spunti clinico-pratici fondamentali per i nostri ragazzi che si iniziano ad affacciare già dal terzo anno al mondo del lavoro, e la seconda parte strettamente pratica. La presenza del topo-aberrometro corneale, messo a disposizione da Remo Palma, ha permesso ai ragazzi di capire concretamente le nozioni studiate sui banchi di scuola, e di metterle subito in pratica nell’applicazione delle lac di ricetta e nel successivo controllo. La partecipazione e l’interesse di tutto il pubblico, studenti soprattutto, sempre molto attivi durante la mattinata, hanno fatto si che il corso si concludesse nell’entusiasmo generale, con un arrivederci all’anno prossimo per un nuovo incontro di aggiornamento per gli addetti ai lavori e di formazione per gli alunni, su un altro tema di grande attualità: le lac multifocali.